Mud cake al gianduia, cioccolato bianco e pralinato

22 novembre 2015 24 comments

 

DSC_0421

 

Ricordo tutto di quella mattina del 14 novembre, 14 anni fa. La partenza di nascosto, all’alba, la valigia messa nel bagagliaio la sera prima per non insospettire i genitori, la data fissata da tempo a causa dei problemi che avevo avuto durante tutta la gravidanza e che aveva convinto i medici che un parto indotto sarebbe stato l’evento che garantiva maggior sicurezza. Poi l’arrivo in clinica e il rapido precipitare delle cose, c’è sangue nelle acque, va eseguito un cesareo d’urgenza, l’angoscia che mi artiglia forte lo stomaco nonostante l’anestesia. La sala operatoria, quel telo verde che mi impedisce di vedere quel che succede, i medici intorno a me, agitati, poi tutto rallenta,  un’infermiera ti solleva da sopra il telo verde e ti vedo, per la prima volta. I tuoi occhi seri, concentrati, incatenano i miei per sempre e poi ti avvicinano a me perché possa baciarti. Un attimo solo e ti portano via e io, rimasta sola, con i medici che ricuciono e le infermiere che mi girano intorno, ho l’improvvisa  consapevolezza che anch’io sono nata oggi. La Silvia di prima non esiste più, perché esisteva come donna ma non come madre. La Silvia nata oggi  è qualcosa di completamente diverso, nuovo, e la vita vissuta, tutto quello che sembrava importante prima, si ridimensiona, sbiadisce, perde importanza e resti solo tu, i tuoi occhi nei miei ed una vita vissuta solo per questo, aspettando te.   Buon compleanno amore mio!

DSC_0425

 

Come norma generale, in questa casa, chi sceglie le torte da preparare per i compleanni è proprio l’adolescente. Figuriamoci quando il compleanno è il suo e il compleanno dei 14 anni poi è una data importante e quindi l’attenzione dedicata alla scelta è stata ancora più difficile del solito. Abbiamo visionato torte su torte, crema, frutta, meringa, formaggio, ogni ingrediente è stato valutato, studiato e poi scartato. Alla fine, di tutte le torte è restata questa, il mud cake al gianduia, ricetta di Valentina del blog La ricetta che Vale,  straordinaria creatrice e stupenda persona che ho avuto la fortuna di conoscere in occasione del primo raduno delle Bloggalline al quale ho partecipato, quello al Poggiale e che poi ho rincontrato al Salone del libro, a Torino, alla presentazione del primo libro di iFood, Il gusto della terra. La mia torta non è nemmeno paragonabile alla perfezione presentata dalla Vale sul suo blog ma ho fatto del mio meglio e l’adolescente ed i suoi compagni che l’hanno assaggiata hanno comunque dichiarato che era buonissima e quanto è  altaaaaaaaaaaaaa poi (avevo fatto uno strato supplementare perché l’adolescente ha la fissa delle torte tipo Nonna Papera, strato su strato) infatti il gusto era davvero eccezionale. Un ringraziamento quindi a Valentina, dall’adolescente agli invitati tutti.

DSC_0426

 

Mud cake al gianduia, cioccolato bianco e pralinato
Recipe Type: Torte
Author: Silvia
Ovviamente non mi sono neppure sognata di modificare la ricetta perché Valentina è una garanzia ed infatti la torta è perfetta. Come da lei suggerito ho suddiviso l’impasto in 3 parti e l’ho cotto in 3 teglie di diametro 23 (al supermercato ne ho trovate a cerniera per appena 5 €. l’una)
Ingredients
  • Ingredienti per l’impasto delle torte:
  • 350 g di zucchero semolato
  • 250 g di burro
  • 200 ml di latte fresco intero
  • 225 g di farina 00
  • 75 g di farina auto lievitante
  • 150 g di cioccolato fondente al 70%
  • 2 uova grandi
  • Un cucchiaino di estratto di vaniglia
  • Un pizzico di sale
  • Per la mousse al mascarpone e cioccolato bianco:
  • 500 g di mascarpone
  • 250 g di cioccolato bianco di quello buono
  • Pralinato alle mandorle e nocciole q.b.
  • Mousse al gianduia (per la copertura):
  • 250 g di mascarpone
  • 150 g di cioccolato gianduia di quello buono
  • Chantilly del Maestro Santin:
  • 200 g di panna fresca liquida
  • 60 g di zucchero a velo
  • Un baccello di vaniglia
  • Decorazioni in cioccolato:
  • 100 g di cioccolato fondente al 70%
Instructions
  1. Preparazione delle 3 torte:
  2. Potete prepararle giorni prima e congelarle oppure il giorno prima e poi conservarle in frigo avvolte in pellicola trasparente per alimenti.
  3. Preriscaldate il forno a 160°
  4. Mettete in un pentolino latte, burro e cioccolato a pezzi e zucchero. Fate sciogliere stando attenti a non portare mai ad ebollizione e poi far freddare per 15 minuti.
  5. Versate nell’impastatrice oppure in una ciotola ed usando la frusta incorporate a velocità media le uova già leggermente sbattute con sale e vaniglia. Adesso aggiungerete le farine già mescolate e setacciate e con una spatola di silicone mescolate con un movimento dal basso verso l’alto in modo da incorporare più aria possibile. Non lavorate troppo.
  6. Trasferite l’impasto nelle 3 teglie rivestite di carta forno imburrata ed infarinata e cuocete per 30 minuti circa oppure 70 se deciderete di usare una sola teglia. In questo caso una volta cotta la torta fate raffreddare in frigo qualche ora avvolta in pellicola trasparente per facilitarne il taglio; se invece avete cotto tre torte, avvolgetele comunque in pellicola ma bypassate il raffreddamento in frigo.
  7. A questo punto Valentina consiglia di preparare la bagna Con rum, acqua e zucchero ma io non l’ho fatto (dopo essermi consultata con lei che poverina mi ha dato consigli durante tutta la preparazione ❤️)
  8. Preparazione della farcia interna:
  9. Per prima cosa dovrete preparare il pralinato. La ricetta che propone Valentina è quella della sua amica Simona (questo è il link: http://tecioccolato.blogspot.it/2013/12/paris-brest-al-pralinato.html):
  10. Fate bollire poca acqua calda e tuffatevi 150 g di mandorle e 150 g di nocciole e dopo un minuto scolatele e sbucciatele. Mettetele su di una teglia rivestita di carta forno e passate in forno caldo a 150/160° per 15 minuti. Versate200 g di zucchero in una casseruola insieme a 50 g di acqua e portate a 116°, aggiungete mandorle e nocciole e mescolate bene. All’inizio si creerà una sorta di patina biancastra ma dopo un po’ lo zucchero tornerà a sciogliersi e diventerà color miele (circa 15/20 minuti) Togliete dal fuoco e versate il croccante su di un foglio di casta forno e quando sarà freddo tagliate a pezzetti e frullate in un mixer fino ad ottenere una specie di cremina. Sciogliete a bagnomaria il cioccolato tagliato a pezzettini oppure scioglietelo nel microonde. Amalgamatevi il mascarpone e quindi aggiungete un po’ del pralinato che io per sveltire la cosa ed essendo il periodo della festa del patrono, ho preparato usando del croccante misto preso ad una bancarella.
  11. Per farcire la torta adoperate una sac a poche
  12. Mousse al gianduia (per la copertura):
  13. Fondete come sopra il cioccolato gianduia, amalgamatelo con il mascarpone e stendete sulla torta aiutandovi con una spatola.
  14. Ovviamente a questo punto posizionate la torta in frigo e preparate la chantilly:
  15. Grattate i semini dal baccello di vaniglia. Versate la panna nella planetaria ed incominciate a montare utilizzando le fruste. Lo zucchero lo dovete aggiungere un poco per volta e dovrete continuare a montare fino a quando la panna non sarà ferma e spumosa, quindi metteva in una sac a poche e decorate la torta a piacimento.
  16. Devo dire che di solito io la panna la preparo senza dosi, un po’ a caso, ma effettivamente le dosi di Santin sono perfette.
  17. Decorazioni in cioccolato:
  18. Sciogliete il cioccolato a bagnomaria/microonde e trasferitelo in una sac a poche con la bocchetta piccolissima o tagliate appena la sac a poche e poi lasciate libera la vostra fantasia e formate quel che volete sul retro di una teglia di alluminio precedentemente tenuta in congelatore.
  19. Beh, qui ho avuto il mio bel da fare perché prima ho preparato un cornetto con la carta forno ma mi si apriva tutto, poi ho provato ad usare una siringa da cioccolata ma in quel caso viene meno la precisione, poi le poche decorazioni che erano venute le ho messe nel congelatore e qualcuna si è rotta mentre altre si sono rotte mentre cercavo di farle aderire alla torta quindi sono arrivata a questa conclusione: chi non fosse, come me, così precisa in questo tipo di lavoretti, prima di tutto non cerchi di mettere le decorazioni intorno alla torta ma le metta sopra e poi si compri due cioccolatini artigianali e comunque la torta avrà un ottimo aspetto. E poi è così buona che si farebbe perdonare tutto.

 

DSC_0396

 

DSC_0415-1

 

DSC_0418-1

 

E qua parte del resto della merenda che gli adolescenti si sono spolverati

PicMonkey Collage

Potrebbero piacerti anche

24 comments

Chiara 22 novembre 2015 - 15:25

Silvia il tuo racconto mi ha fatto venire la pelle d’oca e i lucciconi!
Sembra una vita fa e allo stesso tempo ieri…
La torta è spettacolare, così alta e bellissimamente stratificata; sei una mamma fantastica <3
bacini e buona domenica <3

Reply
burroemalla 23 novembre 2015 - 8:47

Mi piacerebbe che lo pensasse anche l’adolescente, Chiara mia, ma ora è nella fase nella quale tutto quello che faccio è comunque sbagliato. Una tristezza.. E io mi consolo con la torta ?
Un abbraccio grande ❤️

Reply
Chiara 23 novembre 2015 - 18:04

Vedrai che prima o poi lo penserà di nuovo…l’adolescenza è una fase terribile, ma prima o poi torniamo dalle nostre mamme <3

Reply
burroemalla 24 novembre 2015 - 15:09

Beh Chiara, speriamo che il fatto di ritornare dalle mamme non sia solo una cosa che fanno le femmine ma grazie per l’augurio e l’incoraggiamento. Sei un vero tesoro ❤️

Reply
Valentina 22 novembre 2015 - 18:26

Mi hai fatto emozionare, Silvia, tanto. Sei una mamma e donna speciale, sono felice di averti conosciuta e spero di riabbracciarti presto <3 La tua mud cake è bellissima, guarda quella fetta che perfezione… bella e golosa.. e in più traspare tutto l'amore che ci hai messo, che è l'ingrediente principale, quello essenziale. Il resto del buffet è da acquolina a mille!!!! Complimenti e grazie dal profondo del mio cuore, non sai davvero quanto mi hai reso felice <3 Un bacio grande tesoro, e ancora auguri al tuo piccolo grande uomo <3

Reply
burroemalla 23 novembre 2015 - 8:51

Ma tesoro, il merito è tutto tuo. Mi hai fatto fare un figurone Valentina e spero di rivederti presto per poterti riabbracciare e ringraziarti di persona. Grazie anche degli auguri eh..
Un bacione grandissimo ❤️

Reply
Emanuela 22 novembre 2015 - 19:41

Tesor che torta strepitosa!!!! Augurissimi al tuo super adolescente! Baci cara, a prestissimo!!!

Reply
burroemalla 23 novembre 2015 - 8:52

Grazie Emanuela. Almeno di questa l’adolescente è rimasto soddisfatto e già questa è una cosa straordinaria, di questi tempi.
Un abbraccio Manu ❤️

Reply
tizi 23 novembre 2015 - 17:46

Silvia quella fetta è meravigliosa! Perfezione allo stato puro… Bravissima! Tanti auguri a tuo figlio e tanti complimenti a te 🙂

Reply
burroemalla 24 novembre 2015 - 15:05

Tanto perfetta no ? ma ho fatto del mio meglio.. Grazie tanto tanto degli auguri all’adolescente Tiziana ❤️

Reply
zia Consu 23 novembre 2015 - 17:52

Che bellissima dedica Silvia, mi si sono velati gli occhi dalla commozione 🙂 L’amore di una mamma è per sempre fin dal primo sguardo 🙂
Ottima scelta il tuo ometto e tu 6 stata bravissima nella realizzazione, se un difetto c’è io non l’ho visto..mi sembra davvero perfetta e soprattutto invitante ^_^
Buon inizio settimana <3

Reply
burroemalla 24 novembre 2015 - 15:07

Troppo gentile Consuelo ? ed è proprio vero, basta un secondo ed è per sempre ❤️ Grazie! Ti abbraccio

Reply
Valentina 24 novembre 2015 - 19:27

Ciao Silvietta, ti lascio un abbraccio forte e ti auguro una bella serata 🙂 <3

Reply
burroemalla 28 novembre 2015 - 9:14

❤️

Reply
Emmettì 24 novembre 2015 - 19:28

Guardo questo rettangolo bianco da circa 15 minuti.
In silenzio.
Perché le parole per questo post oggi non le ho…

Sei meravigliosa Silvia! In tutto!! ♥

Reply
burroemalla 28 novembre 2015 - 9:15

E le parole le togli anche a me tesoro.. ❤️

Reply
Patti 26 novembre 2015 - 11:11

Gioia che meraviglia… tu e Valentina siete un’accoppiata vincente! Lo sai che il tuo adolescente e il mio ingegnere festeggiano il compleanno lo stesso giorno? Complimenti per la torta, è bellissima! Un bascione e auguri in ritardissimo a Edo

Reply
burroemalla 28 novembre 2015 - 9:18

Ma dai? Che bello. Peccato che quest’anno la loro sia stata una data infelice, con tutto quel che è successo.. Tanti auguri anche all’ingegnere allora, anche questi decisamente in ritardo. Un abbraccio forte

Reply
Andreea 26 novembre 2015 - 16:15

Complimenti per il blog e per questa torta stupenda. Tua figlia ha avuto un ottimo gusto nel scegliere questa torta, che immagina molto golosa. Mi sono aggiunta per poter seguirti perciò a presto e buon pomeriggio !

Reply
burroemalla 28 novembre 2015 - 9:20

Grazie Andreea. Sì, effettivamente la scelta della torta è risultata azzeccatissima ma del resto con la Vale non si sbaglia. Grazie di essere passata e buon weekend ?

Reply
Tiziana 27 novembre 2015 - 15:24

Tanti auguri all’adolescente per i suoi 14 anni e tanti complimenti alla mamma Silvia.
Ma sai che quando è nata la mia Giulia ho pensato proprio la stessa cosa? La Tiziana di ieri non esiste più…. inoltre mi trovo spesso a dire “Ma cosa è stata la mia vita prima dell’arrivo di Giulia?”. Improvvisamente mi è sembrata e mi sembra tuttora vuota… La maternità è la cosa più bella che ci possa essere.
Bellissima torta e bellissime foto. Come sempre… 😉
Tiziana

Reply
burroemalla 28 novembre 2015 - 9:27

Esattamente quello che ho provato io Tiziana ? Edoardo è la cosa più bella della mia vita ed anche oggi, con l’adolescenza che complica i rapporti, continuo a pensarlo. Un bacione grande Tiziana ❤️❤️❤️

Reply
ipasticciditerry 29 novembre 2015 - 15:24

La torta è semplicemente eccezionale, altissima e golosa a mille, te credo che tutti hanno apprezzato! Vale è sempre una garanzia in fatto di dolci. Mi hai commossa con le tue parole, sai? Una dichiarazione d’amore in piena regola. Questi nostri cuccioli ci rubano il cuore dal primo momento che vengono al mondo e come si fa a non amarli? Sono pezzi di noi, nati e formati dentro di noi, non potrebbe essere altrimenti. Scusa ma il tuo spilungone ha solo 14 anni? Auguri anche da parte mia, anche se in ritardo. A te un abbraccio stritoloso e buona domenica

Reply
burroemalla 1 dicembre 2015 - 8:17

Eh si, proprio vero Terry. Chissà cosa si prova ad avere un nipote. Mi sono sempre chiesta come sarebbe ma mi sa che difficilmente mi toccherà ? Mi resta solo da amare (tanto) il mio cucciolo non più cucciolo..
Un abbraccio forte ❤️

Reply

Leave a Comment